PERCHÉ I DIPENDENTI PUBBLICI NON POSSONO OTTENERE LE AGEVOLAZIONI FISCALI PREVISTE
IN BULGARIA ?

La Convenzione per evitare le doppie imposizioni sottoscritta fra Italia e Bulgaria purtroppo non contempla
gli ex dipendenti pubblici; in questo caso le loro pensioni sono tassate alla fonte nel Paese dove sono stati resi
i servizi, quindi in Italia.
In questi casi potremmo consigliare un trasferimento di pensione e residenza in Tunisia.

UNA VOLTA OTTENUTA LA RESIDENZA FISCALE, SI PERCEPIRÀ DA SUBITO LA PENSIONE LORDA
IN BULGARIA ?

Purtroppo no; l’ INPS e gli altri istituti pensionistici italiani effettueranno prima tutta una serie di controlli e verificheranno la sussistenza dei requisiti e di tutte le condizioni necessarie affinché possa essere autorizzato il pagamento, dopodiché accrediteranno la prima mensilità di pensione lorda con i relativi arretrati dal 1° gennaio dell’anno di competenza.

TRASFERENDO LA RESIDENZA FISCALE IN BULGARIA SI PERDE IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SANITARIO NAZIONALE ?

Si e No: di fatto si perde il medico di base in Italia, ma si acquisisce in Bulgaria.
Tutto il resto rimane pressoché invariato, poiché in quanto cittadini europei, si ha diritto all’assistenza sanitaria ospedaliera, alle cure mediche e al pronto soccorso in qualsiasi Paese vi troviate, che sia in Italia,
in Bulgaria, o in qualsiasi altro stato europeo, con un limite di 90 giorni di ricovero l’anno per i non residenti.
È possibile richiedere nuovamente l’ assegnazione del medico di base in Italia, una volta terminate le pratiche di trasferimento.

CHE COS’ É L’ AIRE ?

L’ AIRE è l’ acronimo di Associazione Italiani Residenti all’ Estero, ed è un registro telematico di tutti gli italiani regolarmente espatriati e residenti in un qualunque Stato estero.
L’ iscrizione è OBBLIGATORIA e viene normalmente verificata dai vari uffici competenti, come l’ INPS,
nel controllo formale di tutte le procedure, prima di erogare la pensione detassata.

QUALI SONO REQUISITI PER POTER TRASFERIRE LA PENSIONE IN BULGARIA ?

E’ fondamentale trasferire la propria residenza FISCALE, quindi anche ANAGRAFICA, in territorio bulgaro, presentando un regolare contratto di affitto, oppure l’ atto notarile di compravendita di un immobile,
e soggiornare ALMENO 183 giorni all’ anno (184 in caso di anno bisestile), anche non consecutivi, cioè ALMENO
la metà dell’ anno fiscale più un giorno deve essere fisicamente passata in Bulgaria.
E’ obbligatoria l’ iscrizione all’ AIRE e inoltre vi è l’ obbligo di aprire un conto corrente bulgaro, dove verrà poi accreditata la pensione.

PERCHÉ DEVO RESTARE IN BULGARIA PER FORZA TUTTO QUESTO TEMPO ?

Qui entra in gioco il Trattato sulla non doppia imposizione fiscale, oltre agli accordi internazionali in materia fiscale e tributaria sottoscritti dai due Paesi; per la legge italiana è possibile scegliere di NON pagare imposte in Italia SOLO se si dimostra di spostare la residenza in un altro Stato, vivendo quindi fisicamente fuori
dall’ Italia per ALMENO la metà dell’ anno fiscale più un giorno, questo in quanto nel nostro Paese l’ anno fiscale non è frazionabile o diviso in due, per esempio primo e secondo semestre.

SERVE IL PASSAPORTO PER ENTRARE IN BULGARIA ?

Assolutamente NO; la Bulgaria è uno Stato comunitario facente parte dell’ Unione Europea dal 2007, fa parte dell’ area Schengen quindi il passaporto non è necessario.
Basterà una normale carta di identità italiana valida per l’ espatrio e in corso di validità, cartacea o elettronica che sia.

IN BULGARIA C’ E’ L’ EURO ?

NO; la Bulgaria continua ad usare la sua moneta di Stato, e cioè il LEV BULGARO, a cambio fisso,
che indicativamente oscilla fra 1.94 e 1.96 euro, veramente vantaggioso per chi ha pensione o stipendio pagato in euro.

POSSO GUIDARE IN BULGARIA CON LA PATENTE ITALIANA ?

Si è possibile, ricordiamo però che la patente andrà convertita in una equipollente bulgara, oppure si può optare per il riconoscimento, in questo caso verrà apposto un tagliando di convalida dalle autorità preposte. Vi assisteremo anche in queste circostanze.

VORREI IMPARARE IL BULGARO: POTRESTE AIUTARMI ?

Certamente; siamo in grado di segnalare e consigliare delle scuole di lingua bulgara, corsi per stranieri, associazioni culturali, come anche di dare i riferimenti di interpreti o personale per ore di conversazione / lezioni private individuali, o a piccoli gruppi.
Inoltre, a seconda della località che verrà scelta per il trasferimento, potremo consigliare luoghi di ritrovo, locali pubblici, eventi organizzati o iniziative varie con lo scopo di entrare subito in contatto con altri connazionali e prendere quanto prima famigliarità con la nuova vita da espatriati.

Tags: